IMG-20150127-WA0003L’Associazione, in collaborazione con il Crest, il 19 dicembre alle ore 09.30 propone presso la Casa Circondariale di Taranto Gli altri siamo noi, prima tappa di un laboratorio teatrale con i detenuti, la cui realizzazione è stata resa possibile dalla convinta collaborazione del Direttore della Casa Circondariale, Dott.ssa Stefania Baldassari. La stessa si colloca nell’ambito della X Rassegna provinciale del volontariato promossa e organizzata dal Centro Servizi Volontariato della provincia di Taranto, quest’anno con il titolo La comunità al centro ha proposto a partire dagli inizi di ottobre una serie molto articolata di manifestazioni con l’obiettivo di dare attenzione proprio a quei luoghi e quelle persone “deboli” cui è rivolta l’azione del volontariato.

Durante l’iniziativa si alternano momenti di narrazione teatrale a cura dell’attore e animatore Giovanni Guarino, che racconta la storia di “Bellosguardo”, con le performances dei partecipanti al laboratorio che affidano al solo linguaggio del corpo, gesti e movimenti anche corali, l’interpretazione di due diverse canzoni: Hey you di Madonna e Imagine di J. Lennon.

I partecipanti al laboratorio dal titolo Teatro anch’io…. Mi metto in prova  sono alcuni detenuti della sezione maschile; con loro ha preso il via questa nuova esperienza di lavoro, condotta da Guarino, coadiuvato da Delia De marco, Nicoletta D’Ignazio e Santina Novellino, che propone loro un giorno alla settimana di conoscersi e “raccontarsi” attraverso il linguaggio del corpo e del teatro. Il laboratorio vuole offrire un’occasione per acquistare consapevolezza delle potenzialità espressive di ciascuno, conquistando così maggiore fiducia in sé e negli altri.

In chiusura, la narrazione della storia del presepe ovvero “La più bella storia del mondo” è occasione per lo scambio di auguri di Buon Natale tra i volontari, i detenuti, gli operatori e tutti i presenti .

Condividi :